L’elica, di  spesso filo di rame,  viene appesa ad un supporto, mentre l’altra estremità si immerge appena in una bacinella contenente mercurio. Al passaggio della corrente continua, le spire si attraggono accorciando l’elica. Questo determina l’interruzione della corrente e quindi la successiva distensione che riattiva il passaggio di corrente, generando un moto pulsante all’elica.